29 04 2021

HDMI, SMART TV e la trasmissione dell'immagine - suona familiare? Sì, alcuni di noi potrebbero sapere di quale cavo stiamo parlando oggi. Ma si tratta solo di cavo? Che dire della trasmissione dell'immagine senza fili? Assistiamo alla rivoluzione dell'innalzamento dell'utopia wireless sopra i cordoni all'interno delle nostre case, schermi tv, PC e altri monitor. È ora di tirare le somme!

Cos'è l'HDMI e cosa fa?

Per quanto possa sembrare strano alle vecchie generazioni, i tempi in cui bisognava usare almeno un paio di cavi e trovare la pace interiore per avere una buona qualità sia audio che video, sono passati. Una volta riunito il super gruppo dei più grandi giganti della tecnologia (tra cui Philips, Sony, Technicolor e Toshiba), sono riusciti a creare un connettore audio-video per trasmettere i dati, come lo chiamiamo oggi HDMI (High-Definition Multimedia Interface). Fin dall'inizio è stato fatto per gli utenti domestici e permette loro di collegare liberamente lettori audio, console e computer con monitor o schermi televisivi. Tutto ciò di cui avete bisogno è uno standard di interfaccia compatibile. Il filo HDMI, apparentemente poco appariscente, non solo rende possibile lo streaming di suoni e immagini di qualità HD, ma permette anche la comunicazione e il controllo dei vostri dispositivi. Solo con una piccola presa sul vostro apparecchio.

ARC e eARC

ARC o Audio Return Channel è una specie di protocollo che ha fatto la sua prima apparizione nella versione 1.4 di HDMI nel 2009. Funziona principalmente con la ricezione di segnali audio e il loro invio all'interno dello stesso cavo. Il che può essere molto utile quando parliamo di trasmissione audio bidirezionale. Sia quando vogliamo inviare il segnale dal nostro lettore alla TV o in un altro modo, dalla TV alla soundbar.

L'eARC viene da Enhanced Audio Return Channel ed è ovvio che sta per protocollo ARC aggiornato. Oggi ogni cavo HDMI 2.1 lo utilizza. I cambiamenti principali sono nella larghezza di banda e nella velocità di trasferimento dati. Ecco perché la migliore qualità del suono viene trasferita agli altoparlanti esterni.
 
Purtroppo, se colleghiamo due dispositivi con specifiche ARC/eARC diverse, la qualità sarà declassata. Inoltre, si raccomanda di usare cavi High-Speed with Ethernet per sperimentare pienamente l'eARC.

Un CEC per dominarli tutti

Un sistema di controllo indipendente per tutti gli apparecchi: a partire dalla TV, i lettori, le console. Sembra un sogno ad occhi aperti, vero? Si chiama Consumer Electronic Control. Anche se il nome non suona familiare, si parla di un semplice telecomando - uno solo per accendere ogni dispositivo. Gli altri nomi usati dai produttori sono Easylink, Sync, Aynet+. In altre parole: quando attiviamo il pad della console, si accende non solo lo schermo del televisore, ma anche gli altoparlanti e qualsiasi altro oggetto da collezione come i rilevatori di movimento.

Anche se potrebbe sembrare un paradiso, la realtà colpisce diversamente. I produttori non seguono davvero le linee guida e l'utente deve impostare tutto manualmente. Possiamo dire che l'utente ha la libertà di scegliere l'impostazione, ma prima deve decidere. E può essere abbastanza difficile trovare la soluzione perfetta per più dispositivi di marche diverse.

La SMART TV intelligente

Dobbiamo menzionare la SMART TV. Anche se non significa che il nostro televisore sia in qualche modo più intelligente del suo predecessore. È un nome generico per il televisore collegato a Internet e alle applicazioni integrate.
 
SMART TV è di più - dovremmo pensarlo come un ombrello per la tecnologia di controllo vocale o di riconoscimento dei gesti e così via. Dobbiamo tutti essere d'accordo che questo termine appartiene a entrambi i lati della famiglia: non solo ai televisori con app Netflix, HBO GO e YouTube, ma anche all'intelligenza artificiale dietro lo schermo piatto.
 
Le condizioni di base sono: Connessione a Internet (sia via cavo che Wi-Fi), oltre al browser installato e alle app create appositamente per particolari piattaforme. Per esempio: VOD - naturalmente possiamo usare il browser, ma in realtà l'app è progettata per offrire una risoluzione HD e altre caratteristiche intuitive, fatte apposta per gli utenti della SMART TV.

HDMI senza fili

La trasmissione di dati senza fili di alta qualità è senza dubbio una soluzione a prova di futuro. Non abbiamo bisogno di trascinare il cavo attraverso la stanza, solo per collegare il nostro computer portatile con lo schermo della TV. Niente più unità extra come digibox, decoder e così via. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è il nostro smartphone e il ricevitore - integrato nella TV o un trasmettitore esterno. Con una portata di 50 metri, possiamo facilmente controllare lo streaming dei dati senza installare alcun software aggiuntivo. 
 
Questa idea è stata avviata da Intel nel 2010. Nuovo standard di HDMI senza fili era stato chiamato poi WiDi. Tuttavia, aveva i suoi limiti: solo gli utenti del processore IntelCore potevano trasmettere i dati sugli schermi, il che significava che l'adattatore collegato alla TV non era sufficiente. Era una soluzione scomoda ed è per questo che Intel ha deciso di abbandonare lo sviluppo della tecnologia WiDi nel 2015. Nel frattempo i due nuovi giocatori sono apparsi in vista.

Il primo si chiama Mircast ed è stato sviluppato da WiFi Alliance. Oggi è considerato il più popolare. Funziona con Wi-Fi Direct, quindi gli utenti non hanno bisogno di dispositivi esterni e possono lavorare offline. Inoltre, le ultime TV hanno il Mircast build-in, che funziona sia con Android che con Windows.
 
Il secondo, meno popolare, è Chromecast di Google. Sotto forma di plug-in HDMI esterno aggiuntivo, si collega via Wi-Fi e trasferisce sia l'immagine che il suono da tablet o smartphone, trasformandoli in piccoli telecomandi. Non solo permette di guardare le vostre compilation di meme di YouTube preferite, ma può anche essere utilizzato per visualizzare il contenuto del vostro dispositivo mobile. Per un prezzo così economico e un apparecchio di streaming wireless intelligente, guadagna il riconoscimento rispetto al tradizionale cavo HDMI limitato.